Italian English French German Portuguese Russian Spanish
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 63

Il contratto di quartiere

  • Lunedì, 27 Gennaio 2014 00:00

contrattoIL CONTRATTO DI QUARTIERE: UNA STORIA INFINITA

Il Contratto di Quartiere è uno strumento proposto dal Ministero per le infrastrutture ed i trasporti per il recupero sociale ed edilizio delle periferie urbane.Nel caso specifico, esso ha lo scopo di conseguire i risultati di una riqualificazione globale del comprensorio San Giovanni dei Gelsi tendendo a sperimentare, in un contesto urbanistico con notevole presenza di edilizia residenziale pubblica, nuove metodiche d'intervento riferite all'aspetto insediativo, edilizio a quello della vita e delle relazioni sociali.

Per dare attuazione al contratto di quartiere sono stati formalizzati accordi con altre amministrazioni pubbliche coinvolgendo soprattutto lo IACP, considerando che il patrimonio di questo istituto esistente nel quartiere risulta notevole e necessita di riqualificazione.  Il Comune di Campobasso è risultato beneficiario di un finanziamento da parte del Ministero sopracitato. I lavori hanno preso il via nell’ottobre 2003, con un finanziamento di 32,4 miliardi, vecchie lire, di investimenti complessivi,dei quali 15,8 di finanziamento pubblico. 

L'intervento è suddiviso in n° 6 ambiti.
Gli ambiti 4 e 5 riguardano il patrimonio IACP. I lavori sono stati assegnati alla ditta SIGMA s.a.s. di Pomigliano D'Arco (NA).
Nell'ambito 5 ricadono i fabbricati di via Umbria n° 5,15,12,14,16,21,23,26,28,25,27 con la riqualificazione delle facciate, sostituzione infissi, riqualificazione spazi esterni e costruzione di n.9 ascensori per i fabbricati 5,15,12,14,16,21,23,26,28.
Nell'ambito 4 ricadono i fabbricati di Via Romagna 1-18-25-14-16.
Gli interventi previsti: sistemazione delle aree esterne, sostituzione infissi e riconversione dei piani porticati, costruzione di n. 60 box interrati per i fabbricati ai civici 18 e 25 Gli ambiti 1,2, 3 e 6 sono di competenza del Comune di Campobasso.
L'ambito 1 prevede la realizzazione di un nuovo immobile adibito a centro sociale polifunzionale nell'area adiacente alla sede dei vigili urbani in via Marche e la ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale, sito in via Marche, da destinare a residenza protetta per anziani.


L'ambito 3 prevede la costruzione di un complesso residenziale costituito da n. 20 alloggi unifamiliari flessibili come edilizia sovvenzionata sperimentale. La struttura residenziale propone un modello di nuova edificazione a bassa densità che è stata un'indicazione fortemente sostenuta dalla nostra Associazione e che l'amministrazione comunale ha accolto.


E' previsto un complesso residenziale a schiera con n. 3 tipologie edilizie. L'area sarà collocata di fronte all'innesto di Via Lombardia con Via San Giovanni in parallelo al fosso Vernile.
L'ambito 6 prevede la realizzazione di percorsi protetti e punti di sosta. L'intervento legherà l'area verde del parco e le aree dei vari ambiti con la nuova piazza Grande dei Pini fra Via Lombardia e Via Friuli Venezia Giulia che vuole essere il nuovo "centro" del quartiere.


I lavori dell'ambito1,3 e 6 sono stati aggiudicati alla ditta COGE srl - Frattaminore (NA).
Contratto di quartiere S. Giovanni dei Gelsi - rabbia ed indignazione Nel numero di “Good Morning S. Giovanni” – risalente ad aprile 2006 - l’Associazione aveva riferito dell’impegno assunto da entrambi i direttori dei lavori – Architetto Saito per il Comune di Campobasso e l’Architetto Sgobba per lo I.A.C.P. – di predisporre le necessarie perizie di variante e di far proseguire al più presto i lavori del Contratto di Quartiere.

Purtroppo e, a malincuore, in questo nuovo numero del giornalino, l’Associazione è obbligata a riferire notizie per nulla incoraggianti sull’andamento dei lavori del Contratto. Sul versante dei lavori di competenza dello I.A.C.P., dopo l’approvazione, a marzo 2006, della perizia di variante predisposta dall’Architetto Sgobba, la ditta esecutrice dei lavori è rimasta continuamente assente dal cantiere.

Tale circostanza ha comportato l’adozione, da parte dello I.A.C.P, di un provvedimento commissariale di risoluzione del contratto in danno dell’impresa SIGMA s.a.s. Sul fronte dei lavori di competenza del Comune di Campobasso, l’impegno dell’Architetto Saito di approntare la perizia di variante, giustificata da errori di progettazione rivelati durante i lavori, è stato completamente disatteso. Ciò ha comportato l’impossibilità, per l’impresa, di proseguire la propria opera.

Da qui la richiesta, da parte dell’impresa CO.GE S.r.l., di rescissione in danno dal contratto con l’amministrazione comunale. I lavori di entrambi i cantieri, pertanto, sono completamente fermi, mentre continuano i disagi per gli abitanti della zona. Purtroppo, allo stato attuale, nè il Comune nè lo I.A.C.P. hanno approntato lo stato di consistenza, necessario per poter eventualmente riappaltare i lavori in maniera più veloce.

Tale perizia di variante dovrà essere approvata dal Ministero delle infrastrutture previa separazione contabile dei due cantieri da parte del responsabile unico del Contratto arch. Martino. Tutti i cantieri, ormai completamente abbandonati, sono sprovvisti di ogni segnaletica di sicurezza, privi della regolare illuminazione, con accessi mal custoditi, voragini a cielo aperto, recinzione appena appoggiata al terreno con sbarre di ferro che fuoriescono e che costituiscono un’ insidia costante per bambini ed anziani.

L’Associazione “Il Nostro Quartiere S. Giovanni”, dopo aver tentato tutte le strade possibili per giungere alla conclusione positiva del Contratto di Quartiere e non avendo ottenuto alcun riscontro, ha deciso di realizzare un manifesto in cui ha “urlato” “la propria rabbia, indignazione e sdegno per lo stato dei cantieri e per il disagio arrecato ai cittadini”. Attraverso la scelta di uno strumento così plateale – il manifesto è stato affisso in tutta la città – l’Associazione sperava di colpire la sensibilità degli amministratori.

Purtroppo l’appello è rimasto inascoltato: né da parte del Comune di Campobasso, né da parte dello I.A.C.P. si è registrato alcun segnale, nessuno dei due enti ha resa manifesta alcuna decisione in merito alla situazione in cui si trova attualmente il Contratto di Quartiere. Un tale stato di cose ha portato l’Associazione a presentare, lo scorso 15 novembre, un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso con cui ha chiesto di accertare eventuali responsabilità penali da parte dei soggetti coinvolti a vario titolo nel Contratto.

Anche dopo aver fatto ricorso a tutto il nostro impegno, aver praticato forme strutturate di concertazione degli interventi con istituzioni pubbliche, direttori dei lavori, imprese, per il “contratto di quartiere” invece della conclusione si è aperta una voragine di “menefreghismo”.

Per provare a rispondere alla sensazione di incompiutezza che ci resta dentro, per difendere quel ruolo che ci appartiene come legittimo ente portatore di interessi diffusi di una determinata comunità e titolare del diritto inviolabile della corretta attuazione del contratto, il 15.11.06, l'Associazione Il Nostro Quartiere San Giovanni, ha presentato il ricorso al TAR affinché, tale autorità sulla base della documentazione prodotta e d'acquisire, possa individuare eventuali inadempienze.

A che punto siamo!! Le due ditte: Coge per i lavori del Comune di Campobasso e Sigma per IACP sono in rescissione di contratto. Per la ditta SIGMA la rescissione è stata richiesta dall'Ente appaltante IACP perché, nonostante i ripetuti ordini di servizio, non ha provveduto a proseguire i lavori nei tempi stabiliti, anzi ha creato innumerevoli disagi con sporadici subappalti e cantieri non in sicurezza. Quando, nel lontano 1998, è stato approvato il progetto del contratto di quartiere, la rendicontazione economica era a cura dell'amministrazione comunale quale soggetto attuatore del programma; anche se gli enti appaltanti erano due (Comune, IACP).

Nel frattempo, sono state approntate le due perizie di variante per entrambi i cantieri, quella dello IACP è stata sottoscritta ed inoltrata al Ministero, quella del Comune necessita ancora della sottoscrizione e del suo inoltro alMinistero. A questo punto necessita la separazione contabile dei cantieri che dovrà essere approntata dal responsabile del procedimento Comune di Campobasso Arch.Martino.

Quale futuro ? Con questo stato di cose ecco le fasi per approdare ad una conclusione del contratto di quartiere. Il Ministero deve dare parere favorevole alla separazione dei cantieri. L'amministrazione comunale dovrà approntare tale documentazione L'amministrazione comunale dovrà inoltrare, al Ministero, la perizia di variante.

Il Ministero dovrà approvare le perizie proposte. I due enti (IACP, Comune) dovranno redigere la consistenza dei lavori realizzati dalle imprese in rescissione di contratto per con statare la reale somma che resta ancora da spendere per un nuovo riappalto. Contratto di quartiere: avevamo sperato, ma lo sconcerto non è poco, per il suo decorso. I lavori, riguardanti sia il patrimonio IACP che Comunale dovevano essere conclusi entro dicembre 2005. Ad aprile 2006, siamo appena al 30% degli stessi.

Nei primi giorni dell'ottobre 2005 con un incontro tra gli addetti - progettisti e direttori dei lavori Arch. Saito e Sgobba, IACP commissario Sabatini e direttore Lembo, Sindaco Di Fabio, imprese dei lavori Sigma e Coge, responsabile del procedimento Martino e l'incaricato dell'Associazione Gioia - veniva concordato il tempo necessario per approntare le perizie delle opere in corso entro e non oltre il 26.10.05.

I progettisti hanno disatteso questa data e l'associazione ha dovuto riprendere il giro delle "sette chiese" per rimettere in moto il lento cammino del contratto di quartiere. L'iter si è concluso solo nel mese di marzo. Alla data di pubblicazione di questo periodico, speriamo che la ripresa dei lavori sia avvenuta. Con buona pace della concertazione, del lavoro comune, delle proposte di soluzioni già convalidate dall'esperienza, l'Associazione " Il Nostro Quartiere San Giovanni" rafforza il proprio impegno nell'ambito della rimozione degli ostacoli principalmente "burocratici" che si presenteranno per la conclusione, sperata, del Contratto di quartiere. E' questo il nostro impegno per i lavori in corso attraverso il rapporto quasi quotidiano con le istituzioni. Nell'ambito degli interventi, senz'altro il ruolo predominante è occupato dal contratto di quartiere.

Richiamiamo gli interventi che sono suddivisi in n° 6 ambiti. Gli ambiti 4 e 5 riguardano il patrimonio IACP. I lavori sono stati assegnati alla ditta SIGMA s.a.s. di Pomigliano D'Arco (NA). Nell'ambito 5 ricadono i fabbricati di via Umbria e nell'ambito 4 ricadono i fabbricati di Via Romagna. Gli ambiti 1,2, 3 e 6 sono di competenza del Comune di Campobasso.

L'ambito 1 prevede la realizzazione di un nuovo immobile adibito a centro sociale polifunzionale nell'area adiacente alla sede dei Vigili Urbani in via Marche e la ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale sito in Via Marche da destinare a residenza protetta per anziani. L'ambito 3 prevede la costruzione di un complesso residenziale costituito da n. 20 alloggi unifamiliari flessibili come edilizia sovvenzionata. L'ambito 6 prevede la realizzazione di percorsi protetti e punti di sosta. 

E oggi? Dopo aver provveduto alla separazione della contabilità, Comune e IACP dovrebbero bandire nuove garee di appalto. Lo IACP ha già provveduto nel 2014, e si spera che nell'estate i lavori riprendano, mentre il Comune è alle prese con il nuovo bando di gara.

 

Letto 10238 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Aprile 2014 09:33

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito http://www.associazionesangiovanni.it (“Sito”) gestito e operato dall'azienda Associazione "Il Nostro Quartiere S.Giovanni", con sede in via Toscana, 22 - 86100 Campobasso.

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali:

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Associazione "Il Nostro Quartiere S.Giovanni"
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Associazione "Il Nostro Quartiere S.Giovanni"
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Associazione "Il Nostro Quartiere S.Giovanni"
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Associazione "Il Nostro Quartiere S.Giovanni".

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/08/2001.

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

Associazione San Giovanni